How Sustainability Report can drive Trust

By Giovanna Matrone and Simone Bambagioni, Tondo associates

English

Every day organizations take decisions with a direct impact on their internal and external stakeholders. In order to build trust and make stakeholders understand the organization’s true value, risks and opportunities linked to these decisions need to be transparently communicated.

A key enabler to realize this process is the sustainability report. A corporate sustainability report is a periodical report released by companies with the goal of making public their commitments – as well as their actions – in social and environmental areas. Although it isn’t (yet) mandatory, an increased interest of public opinion on these areas pushes companies to disclose non-financial information about how they operate and run their social and environmental challenges. So, it becomes mandatory for organizations to give insights about how they’re taking care of environmental (CO2 production, raw material use, energy management) and social (Diversity Equity and Inclusion, respect for human rights) concerns. Being a not-mandatory self-initiative, there is not a regulatory standard to refer to. Therefore, to make this reporting as useful as possible for companies as well as for stakeholders, a unified – widely recognized – standard is required allowing reports to be quickly assessed, fairly judged, and simply compared. Since international companies have started developing sustainability reports, the most used framework is the Global Reporting Initiative (GRI). However, while some (medium-large) organizations choose to write a standardized report useful for specific certifications, others opt instead for a free-style report.

Either way, some items are often included:

  • a CEO statement briefly introducing the vision and the drivers behind the sustainability report;
  • a presentation of the organization’s governance structure and business model;
  • a SWOT analysis for opportunities and threats linked to company’s business;
  • a materiality analysis in which the main worries of the organization and stakeholders are identified as the priorities;
  • an overview of performance over time based on chosen indicators and metrics;
  • appealing stories of how the sustainability strategy is making employees more motivated to work, investors more willing to invest or other organizations more collaborative in strategic projects.

Sustainability reporting unfolds many advantages:

  • Building Trust. The sustainability reporting amplifies the engagement and accountability of the company’s branding. Trust is an ever-increasing challenge and transparency is a key enabler to capture and retain it. By publicly sharing the report, highlighting achievements and challenges, companies empower their public reputation. Additionally, most consumers, especially Millennials and GenZ, prefer to purchase from companies with transparent sustainability values, developing with them a sense of connection.
  • Engaging Stakeholders. The sustainability report offers companies the opportunity to show the link between their values and the needs of the various stakeholders – such as investors or customers – through their active involvement. In addition, it is essential for the internal stakeholders, offering the starting point for a virtuous discussion aimed at achieving sustainability objectives.
  • Increasing efficiency and reducing waste. Companies with sustainability awareness implement dedicated disciplines and policies in practicing responsible business actions. In this way corporate values will be always clear to everyone and, consequently, internal stakeholders will receive a solid track to achieve the required result effectively. The further advantage that derives from this is that – through ethical behavior aimed at sustainability – companies will be able to reduce risks both during the product development and production phases, leading to a reduction in waste and costs.
  • Meeting employee’s expectations. Employees are a vibrant audience for reporting on sustainability. They are the primary customers for the presentation of the reporting: company’s achievements in social and environmental areas will make them feel appreciated; see their company name associated with a concrete movement for the environment will boost internal loyalty and trust. This, in turn, positively impacts the workforce as a whole, which ultimately leads to better performances.

However, companies that decide to publish the sustainability report must be aware of running a risk: if the report does not actually correspond to expectations – if the actions do not reflect the corporate values – it could have a counterproductive effect for the company itself, with damage to the image and reputation of the brand, in favor of competitors.

In conclusion, the need for a more sustainable world is ever more urgent. Companies play a key role in the transition to a green economy through their actions and products. The Sustainability Report is a strategic tool that companies can adopt to be effectively responsible in terms of sustainability, communicating corporate values ​​and the risks and opportunities associated with their business and decisions with greater transparency. In response to this brave activity, a better reputation and growing trust from stakeholders are expected.

Italiano

Come i Report di sostenibilità possono guidare la fiducia 

Ogni giorno le imprese prendono importanti decisioni che impattano direttamente i loro stakeholders, sia interni che esterni. Al fine di creare fiducia e rendere questi stakeholders consapevoli dei veri valori aziendali, è necessario comunicare in maniera trasparente i rischi e le opportunità legati a tali decisioni. 

Un fattore chiave per realizzare questo processo è il report di sostenibilità. Il report di sostenibilità aziendale è un report periodico rilasciato dalle aziende allo scopo di rendere pubblici i propri impegni – e le relative azioni – in ambito sociale e ambientale. Sebbene non (ancora) obbligatorio, l’interesse crescente per questi temi da parte dell’opinione pubblica spinge sempre più aziende a divulgare quelle informazioni non-finanziarie su come gestiscono e affrontano certe sfide. Di conseguenza, le aziende sono costrette a fornire approfondimenti sui loro metodi di gestione sia dei temi ambientali (emissioni di CO2, utilizzo di materia prima, gestione energetica) che sociali (diversità ed inclusione, rispetto dei diritti umani, ecc.). 

Essendo una propria iniziativa non obbligatoria, non esiste una vera e propria norma di regolamentazione. Di conseguenza, affinché questa attività di reporting sia utile sia alle aziende che agli stakeholders, è necessario adottare uno standard unico – ed ampiamente riconosciuto – che permetta ai report di essere valutati velocemente, giudicati onestamente e comparati in maniera semplice. Da quando le aziende a livello internazionale hanno iniziato a sviluppare I report di sostenibilità, il framework più utilizzato è il Global Reporting Initiative (GRI). 

Ad ogni modo, mentre molte imprese (medio-grandi) scelgono di scrivere un report standardizzato, utile anche per ottenere specifiche certificazioni, altre optano invece per report “liberi”.  

In entrambi i casi, alcuni punti sono spesso comuni: 

  • una dichiarazione del CEO che introduce brevemente la visione aziendale e le motivazioni del report; 
  • una presentazione della struttura di governance e del business model; 
  • un’analisi SWOT per evidenziare opportunità e minacce legate al business aziendale; 
  • un’analisi di materialità in cui vengono individuate come prioritarie le principali preoccupazioni dell’organizzazione e degli stakeholders; 
  • una panoramica delle prestazione nel tempo basata sulla scelta di indicatori e metriche; 
  • storie accattivanti su come una strategia di sostenibilità possa rendere i dipendenti più motivati, gli investitori più disponibili a investire e altre organizzazioni più collaborative in progetti strategici. 

La rendicontazione di sostenibilità offre inoltre molti vantaggi: 

  • Creare fiducia. Il reporting di sostenibilità amplifica l’impegno e la responsabilità del marchio dell’azienda. La fiducia è una sfida sempre crescente e la trasparenza è un fattore chiave per catturarla e conservarla. Condividendo pubblicamente il report, evidenziando i risultati e le sfide, le aziende rafforzano la loro reputazione pubblica. Inoltre, la maggior parte dei consumatori, in particolare Millennials e GenZ, preferisce acquistare da aziende con valori di sostenibilità trasparenti, sviluppando con loro un senso di connessione. 
  • Coinvolgere gli stakeholders. Il bilancio di sostenibilità offre alle aziende la possibilità di mostrare il legame tra i propri valori e le esigenze dei vari stakeholder – come investitori o clienti – attraverso un loro coinvolgimento attivo. Inoltre, (il bilancio di sostenibilità) risulta essenziale per gli stakeholder interni all’azienda, offrendo lo spunto per un confronto virtuoso volto al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità. 
  • Aumentare l’efficienza e ridurre i rifiuti. Le aziende con consapevolezza della sostenibilità implementano dedicate discipline e politiche nel praticare azioni di business responsabile. In questo modo tutti avranno sempre chiari i valori aziendali e, di conseguenza, gli stakeholder interni riceveranno una solida traccia per raggiungere il risultato richiesto in modo efficace. L’ulteriore vantaggio che ne deriva è che – attraverso un comportamento etico volto alla sostenibilità – le aziende riusciranno a ridurre i rischi sia durante la fase di sviluppo prodotto che di produzione, portando ad una riduzione degli sprechi e dei costi. 
  • Soddisfare le aspettative dei dipendenti. I dipendenti sono un pubblico vivace per il reporting sulla sostenibilità. Sono i principali clienti per la presentazione di tale rendicontazione: i risultati dell’azienda in ambito sociale e ambientale li faranno sentire apprezzati; vedere il nome della propria azienda associato a un movimento concreto per l’ambiente aumenterà la lealtà e la fiducia interne. Questo, a sua volta, ha un impatto positivo sulla forza lavoro nel suo insieme, il che alla fine si traduce in migliori prestazioni aziendali. 

Tuttavia, le aziende che decidono di pubblicare il bilancio di sostenibilità devono essere consapevoli di correre un rischio: se effettivamente il bilancio non corrisponde alle aspettative – se le azioni non rispecchiano i valori aziendali – potrebbe avere un effetto controproducente per la stessa azienda, con danni all’immagine e reputazione del brand, in favore dei concorrenti. 

In conclusione, la necessità di un mondo più sostenibile è quanto mai urgente. Le aziende svolgono un ruolo chiave nella transizione verso un’economia verde attraverso le loro azioni e i loro prodotti. Il Bilancio di Sostenibilità è uno strumento strategico che le aziende possono adottare per essere efficacemente responsabili in termini di sostenibilità, comunicando con una maggiore trasparenza i valori aziendali e i rischi e le opportunità collegate al proprio business e alle proprie decisioni. In risposta a questa coraggiosa attività, ci si aspetta una migliore reputazione e una crescente fiducia da parte degli stakeholder. 

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial